La Giunta dei Fantastici 4!

La notizia arriva in una tranquilla domenica tra Natale e Capodanno, uno di quei momenti in cui il caminetto è acceso e il panettone appena...

2270 5
2270 5

La notizia arriva in una tranquilla domenica tra Natale e Capodanno, uno di quei momenti in cui il caminetto è acceso e il panettone appena mangiato è ancora lontano dall’essere digerito.

Il neo-presidente Pittella, che aveva puntato forte in campagna elettorale sulla #rivoluzionedemocratica, fa una mossa da caudillo e impone quattro assessori esterni, che nessuno dei pochi lucani andati alle urne ha potuto votare. Anche perché, oltre ad essere esterni, sono anche “esteri” nel senso che l’unico legato alla nostra terra è Michele Ottati, definito dal presidente “un lucano di ritorno”, date le sue origini satrianesi. Gli altri sono Raffaele Liberali, ingegnere meccanico in forza alla Commissione Europea, Flavia Franconi, docente universitaria a Sassari, e Aldo Berlinguer, avvocato e figlio di Luigi, europarlamentare PD di lungo corso (PCI, PDS, DS). Una giunta molto orientata all’Europa, come lo stesso Pittella ha detto nel suo video, nella quale si scorge lo zampino di Gianni (il fratello di Marcello), apprezzato VicePresidente del Parlamento Europeo. Non si vedono, però, i partiti e le correnti della coalizione che è uscita dalle urne con un risultato bulgaro e questo sì è un segnale di rivoluzione; che può rivelarsi un problema di gestione e il nostro governatore lo sa bene, ma ha deciso così “facendo valere le mie prerogative di presidente”.

Lungi da me giudicare qualcosa o qualcuno prima di vederlo all’opera, credo che una mediazione con i consiglieri e una giunta “mista” (con un paio di innesti esterni tra cui una sacrosanta donna e altri due eletti) avrebbe facilitato il lavoro della nostra amministrazione. Sono altrettanto convinto che non ci sarebbe stato bisogno di andare a pescare fuori regione per trovare personalità tecniche di rilievo per rinnovare a tutti i livelli le nostre politiche, però probabilmente sarebbe stato più difficile slegarli da interessi particolari, questo va ammesso. Con questi “Fantastici 4” come li ho battezzati nel titolo, l’unico rischio è che facciano gli interessi particolari del governatore, (difficile con un’opinione pubblica in gran fermento e consiglieri pronti a farne le pulci) ma la speranza è che apportino qualità e competenze al servizio di tutti i lucani: abbiamo davvero bisogno di un rinnovamento reale su tutti i fronti, come denunciavo anche ieri nel post sullo stato dei nostri attrattori turistici.

I fantastici 4, dicevo, perché dovranno essere supereroi al lavoro per il bene della comunità lucana, lottando contro le “forze del male” che fino ad oggi hanno tenuto la Basilicata in una condizione di sottosviluppo, mentre per ricchezza e potenziale potremmo essere un gioiello da esibire con orgoglio agli occhi dell’Europa e del mondo. Non voglio essere disfattista e gettare fango inutilmente sulla nuova giunta, per ora gli faccio un forte in bocca al lupo, restando con i piedi per terra, pronto ad osservare il loro operato e denunciarne eventuali errori e nefandezze cui purtroppo i nostri politici ci hanno abituato.

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

5 comments

  1. erika cap. Rispondi

    è vero si poteva attingere dalle nostre risorse umane e forse avremmo anche risparmiato qualcosina ma se di #rivoluzionedemocratica si deve parlare è necessario tagliare alle radici, estirpare, cambiare e arginare il tanfo che aleggia sulla mia lucania.bisogna avere coraggaio.”nn possiamo pretendere di cambiare se continuiamo a fare sempre le stesse cose”. sono fiduciosa.

  2. Elchime Rispondi

    totalmente d’accordo col ConteNik! Solo che sarei stato, e sono, più sulla direzione “interna”, non tanto come nomi interni al consiglio regionale, ma piuttosto sulla provenienza lucana degli assessori. La domanda da uomo della strada è presto detta: “ma questi sanno almeno dov’è la Basilicata?” L’impressione è che dovranno prima studiare le tante (troppe) problematiche lucane, ma magari proprio in questo sono sopra la media, e solo successivamente potranno proporre le soluzioni, che è quello che ci interessa di più. Detto ciò un detto lavellese dice “quànn aùt non hai c’ mglièrt t cùlc” quindi ora abbiamo questa giunta e facciamo il tifo per loro e soprattutto per la nostra terra. Andiamo avanti.

  3. Due riflessioni sulla nuova Giunta - Osservatore Lucano - Osservatore Lucano Rispondi

    […] la Basilicata: la “lucanità” e la politicità. Ma è periodo natalizio e siamo buoni: osserviamo e poi giudichiamo. Buon […]

  4. Anno nuovo, giunta nuova, necessità stagionate - Osservatore Lucano - Osservatore Lucano Rispondi

    […] stato e così sempre sarà” deve diventare un’idea maledetta da tutti! In particolare dalla nuova giunta regionale a cui non posso che augurare uno splendido lavoro. Se non si sviluppa un tessuto sociale capace di […]

  5. Nomine Comunicazione per la #giuntabas: rivoluzione? - Osservatore Lucano Rispondi

    […] alla comunicazione. Sperando che, in qualche modo, riescano a informarci sull’operato della giunta dei “fantastici 4”, (come l’avevo soprannominata simpaticamente qualche giorno fa); parlando a tutti i cittadini, non solo agli esperti del […]