MACCARONARA CON FUNGHI CARDONCELLI E SCAGLIE DI GRANA

MACCARONARA CON FUNGHI CARDONCELLI E SCAGLIE DI GRANA...

1331 0
1331 0

MACCARONARA CON FUNGHI CARDONCELLI E SCAGLIE DI GRANA

Funghi cardoncelli Lucani

INGREDIENTI (per due persone):

– 180 g di Maccaronara (pasta fatta a mano a forma di grosso spaghetto);
– 3 funghi Cardoncelli abbastanza grandi ( zona di produzione: Basilicata);
– 1/2 bicchiere di salsa di pomodoro (se possibile San Marzano);
– grana padano q.b.;
– 1/4 di cipolla bianca;
– olio extra vergine d’oliva q.b.;
– prezzemolo;

PREPARAZIONE

Tritate finemente il prezzemolo, ricavate dal grana delle scaglie sottili e mettete da parte.

Pulite i funghi eliminando la parte inferiore del gambo e rimuovete terra e impurità utilizzando un canovaccio umido, dopodichè tagliateli a listarelle seguendo la forma del fungo. ( N.B. i funghi non si lavano sotto l’acqua corrente perchè perderebbero di sapore).

A parte, mettete a bollire in una pentola capiente, dell’acqua che avete precendetemente salato.

Tritate finemente la cipolla bianca, ponetela insieme ad un filo d’olio extra vergine d’oliva in una padella antiaderente e lasciatela appassire fino a doratura. Aggiungete la salsa di pomodoro e lasciate cuocere fino a quando si ottiene una “crema” molto densa.
Unite i funghi tagliati a listarelle e portate a cottura aggiungendo un pizzico di sale. (N.B. la cottura varia in base alla consistenza dei funghi e alla dimensione del taglio).

Quando la cottura dei fughi è quasi ultimata, lessate la maccaronara nella pentola con l’acqua che avete precedentemente messo a bollire e ultimate la cottura dei funghi aggiungendo mezzo mestolo di acqua di cottura.

Scolate la maccaronara con due minuti di anticipo rispetto alla cottura consigliata, unitela ai funghi e saltate fino a quando non si ottiene un “composto” omogeneo.

Impiattate, aggiungete le scaglie di grana e il prezzemolo a cascata.

CONSIGLI PER LA COMPOSIZIONE DEL PIATTO

Mettete da parte otto listarelle di funghi, ricavate dei nidi di maccaronara aiutandovi con mestolo e forchettone, impiattate il nido e adagiate sopra i funghi e il grana, infine aggiungete il prezzemolo a cascata in modo uniforme.

per saperne di più…

Il Pleurotus Eryngji o Cardoncello ha un’area di diffusione molto vasta che interessa praticamente l’intero bacino del Mediterraneo, ma è solo in zone limitatissime che trova il suo habitat ideale. Sono gli altopiani della Lucania e della Puglia , la culla di questo fungo, quì si concentra la maggiore produzione spontanea e coltivata perché in questi terreni poveri a prato misto il fungo trova il suo habitat ideale, continuamente messo in pericolo da un selvaggio dissodamento che non si riesce a fermare.

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code