Obiettivo 10.000 like per Potenza ricostruita con i Lego.

Quale modo per festeggiare i 100 anni della Lego fondata nel 1916 da Ole Kirk Kristiansen  e che nel 1949 inventò i famosi mattoncini  e...

775 0
775 0

Quale modo per festeggiare i 100 anni della Lego fondata nel 1916 da Ole Kirk Kristiansen  e che nel 1949 inventò i famosi mattoncini  e quale modo migliore per festeggiare “L’Anno che verrà “, il concertone Rai di capodanno nel cuore del centro storico a Potenza?

Se LEGO, coniato nel 1934, deriva dall’unione delle parole danesi “leg godt” che significa “gioca bene” e gioca anche con il latino  lĕgo ovvero metto insieme; l’idea è venuta al creativo Michele Franzese che ha lanciato con la sua società Scai Comunicazione  una “sfida virtuale”: 10.mila mi piace su Facebook ad una foto una piazza Mario Pagano di Potenza con lo spettacolo Rai  di fine anno e con tanti personaggi  rigorosamente costruita in mattoncini lego. Il premio per il gioco virtuale? Ogni scuola elementare di Potenza riceverà un kit Lego Educational. Con il messaggio che l’arte di raccontarsi sia importante per la nostra comunità. E chissà; questi  mattoncini multicolori hanno ispirato tanti artisti, nasceranno artisti in erba? Appunto “gioca bene” .. O chissà il preludio un parco tematico per le bellezze artistiche e storiche della Lucania come i parchi tematici LEGOLAND Windsor in Inghilterra. Immaginate: le Tavole Palatine, i Castelli di Melfi e Lagopesole, i Sassi ricostruiti in Lego.  Chissà … Intanto ne parliamo con Michele Franzese.

Come è venuta l’idea?

Semplicemente perché abbiamo valutato già da qualche anno il Lego come uno strumento straordinario che potesse aiutarci a esprimere la creatività grazie alla sua versatilità e la capacità di poter ricostruire degli scenari dove ambientare delle storie e raccontarle.

 Per ora quanti mi piace sta ottenendo la foto?

Finora circa 2000 mi piace da tutta la Basilicata e abbiamo scelto i 10mila mi piace come sfida che  darebbe grande visibilità alla foto e all’evento.

Hai creato di agenzia di comunicazione digitale che definisci dal volto umano. Questa sfida virtuale lo è in effetti; ci leggo tanto amore verso Potenza e verso la Lucania

E’ vero questa è la nostra caratteristica, il desiderio di trasformare la tecnologia ed il digitale in una sfida umana, dove la creatività umana sia protagonista, quello che ha sempre caratterizzato la nostra agenzia.  Insomma empatia e relazione con i clienti e rendere ogni sfida unica ed originale. E c’è tanto amore verso Potenza e verso tutta la Basilicata.

Creatività e gioco; un binomio importantissimo per bambini e ragazzi, ma anche per gli adulti non credi?

Un binomio importante anche per gli adulti perché abbiamo bisogno di ritrovare gli stimoli, la voglia di giocare per  potersi liberare dagli schemi che inevitabilmente si sviluppano  quando si cresce e che spesso ci impediscono di pensare in maniera creativa, anticonformista o non convenzionale.

Alla fine oltre a regalare un Kit di gioco alle scuole dell’infanzia, tu e la Scai avete creato una sfida per “narrare” Potenza in maniera alternativa. Mi Sbaglio ?

No per nulla, non ti sbagli.  L’obiettivo non è solo regalare un kit alle scuole dell’infanzia ma la sfida è di raccontare la città in maniera creativa e alternativa . Lanceremo un piccolo contest  e chiederemo ai potentini ed ai lucani di creare una  piccola storia scritta e fotografica su un fatto che potrebbe accadere in piazza Prefettura durante il concerto e noi la riprodurremo sempre in quel set. Ognuno potrà stimolare la propria fantasia e narrare qualcosa.

Una parco tematico Lego sulla Lucania? Ti piace l’idea? Mi dai un like?

Ti do un like sull’idea che mi lanci  e stiamo già provando a farlo costruendo il rione dei Sassi, che è una sfida notevole anche dal punto sia  dell’impegno sia economico. Di qui a qualche giorno costruiremo su un tavolo di 20 metri l’intero rione, per ora sono pronti il Duomo e la piazza dei Sassi.  Anche l’idea di un parco tematico sulla Lucania mi piace tantissimo, potrebbe diventare un altro strumento narrativo per raccontare la Basilicata nel mondo. Poi ricordiamoci che gli appassionati del Lego sono svariati milioni nel mondo.

fonte: Leonardo Pisani per “Il Mattino di Foggia”

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code