Osservatore Lucano, la missione.

L’avventura di Osservatore Lucano è partita come un blog collettivo, un luogo web in cui esprimere la propria opinione dopo aver analizzato un problema, raccontare una storia...

4278 0
4278 0

L’avventura di Osservatore Lucano è partita come un blog collettivo, un luogo web in cui esprimere la propria opinione dopo aver analizzato un problema, raccontare una storia curiosa e interessante, scrivere di politica, cultura, società, territorio… insomma: osservare la realtà e condividere il proprio punto di vista. Durante i primi mesi di cammino, ci siamo accorti che potevamo osare di più, cercando di coinvolgere cittadini ed associazioni nell’osservazione, creando una sorta di comunità allargata di osservatori che faccia da aggregatore sociale online, mettendo in rete le realtà del territorio che si occupano di temi simili. Inoltre, abbiamo iniziato ad utilizzare gli open data per informarci ed informare, ed il percorso avviato lascia ben sperare per il futuro in ottica di informazione trasparente, e-gov e partecipazione pubblica: la strada è appena iniziata e bisogna impegnarsi affinché pratiche di questo tipo diventino una prassi quotidiana.

Osservatore Lucano è una sorta di beta-test di un progetto di comunicazione e partecipazione che potrebbe essere adottato in altre regioni, stimolando monitoraggi ed attenzione civica, richiesta di dati ed interesse verso i beni pubblici, ridando al cittadino ed alle associazioni un ruolo chiave nelle dinamiche socio-culturali. Alcune iniziative sono già in corso, come #chiediloa un modulo per fare interviste partecipate agli amministratori, o in cantiere, come #proponitu, pagina dedicata a raccogliere e commentare proposte di politiche pubbliche fatte direttamente dagli osservatori, prima di presentarle direttamente agli enti cui sono dedicate. Allargando la rete si potranno apportare idee, iniziative e spunti creativi che potranno facilitare la missione.Osservatore-OL2

MISSION:

L’obiettivo principale dell’idea progettuale è contribuire allo sviluppo della comunità attiva, consapevole delle problematiche sociali, politiche, culturali ed ambientali presenti sul territorio, e allo stesso tempo, essere campanello d’allarme per chi invece ancora non si sente del tutto coinvolto con le difficoltà e le reali e irrisolte sfide della regione.

Attraverso OL si vuole fornire uno strumento adeguato per agire e reagire: l’iniziativa punta a creare una comunità proattiva come prototipo verso la nuova rete civica.

Per realizzare il suddetto obiettivo, è stata scelta una piattaforma di aggregazione sociale capace di unire i cittadini lucani presenti sul territorio, quelli dislocati in altri luoghi del mondo, e i diversi soggetti o gruppi interessati ad analizzare i dati forniti in formato aperto, attribuendo alle loro distanze solo carattere meramente spaziale e non più di tempi o coinvolgimento.

In concreto, in termini quantitativi, OL mira a contribuire all’incremento del numero di persone che attingono ad informazioni e discutono delle tematiche di loro interesse, verificando le notizie con il fact cheking, ed “osservino” in maniera attiva e proattiva.

In termini qualitativi, invece, si punta a stimolare il monitoraggio ed l’utilizzo degli OpenData in maniera capillare e sensibilizzare le coscienze dei ragazzi in età scolare, di altri giovani, di adulti e anziani, singoli o facenti parte di categorie, indipendentemente dalla loro professione o funzione sociale,   puntando a massimizzarne il senso civico.

L’idea progettuale ha come obiettivo principale l’implementazione di una piattaforma web che si sviluppi come un catalizzatore di idee, un crocevia che diventi un reale punto di incontro che, indipendentemente dal luogo fisico da cui partono le “osservazioni”, possa unirle in uno spazio comune e in qualsiasi momento.

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code