PROPOSTA PROGETTUALE

Il progetto di sviluppo di Osservatore Lucano ha come obiettivo principale la realizzazione di una piattaforma web che si sviluppi come un catalizzatore di idee per i lucani, un crocevia che diventi un reale punto di incontro che, indipendentemente dal luogo fisico da cui partono le “osservazioni”, possa unirle in uno spazio comune e in qualsiasi momento.

Osservatore Lucano (di seguito OL) si presenta come una piattaforma di aggregazione sociale, una sorta di “agorà” virtuale in cui tutti i cittadini, le associazioni, i comitati, o chiunque senta la voglia o l’esigenza di esprimere le proprie opinioni, possa accedervi raccontando e condividendo osservazioni su temi disparati, ma tutti relativi alle realtà lucane. Attraverso il web sarà possibile trovare uno spazio per rappresentarsi, per essere forza attiva, per dare voce a ciò che per diverse ragioni risulta invisibile agli occhi e favorire così lo sviluppo di un processo di aggregazione e condivisione di idee che siano la base per dare un contributo reale allo sviluppo della Basilicata in termini di partecipazione attiva, comunicazione e conoscenza di ciò che accade nella regione.

Altra caratteristica della piattaforma sperimentale, costruita ad hoc per agire sul territorio attraverso gli Open Data disponibili, consentendo la piena fruibilità degli stessi, è offrire ai giovani una opportunità di apprendimento, responsabilizzazione e coinvolgimento diretto. L’iniziativa nasce dal desiderio di accrescere l’attenzione civica dei lucani e valorizzare il territorio, avviando un processo di apertura del patrimonio informativo pubblico al fine di incoraggiare reti di cooperazione e supportare idee creative basate sull’utilizzo di nuove tecnologie. Tutto nell’ottica di ottimizzare e sviluppare efficienza, crescita e soprattutto partecipazione.

OL vuole essere la realizzazione concreta dell’impegno della società civile a partecipare allo sviluppo del proprio territorio, pur trattandosi di “piccole realtà” come le nostre, un impegno che coinvolga diversi livelli di partecipazione e che confluisca in tutti i settori e in tutti gli ambiti nei quali gli Open Data possono essere un supporto valido in termini di sviluppo economico sostenibile e concreto per la comunità lucana.

Alcuni punti chiave che hanno portato alla presentazione del progetto sono:

Favorire ed alimentare la progettualità della comunità creativa lucana. Il gruppo proponente è composto da tutti giovani lucani che sentono la necessità e la voglia di mettersi in gioco a favore delle propria regione favorendo la partecipazione attiva degli altri lucani su interessi di sviluppo comune.

Promuovere l’innovazione sociale. OL risulta innovativo per costituzione, sia nelle modalità di realizzazione del progetto (si pensi ad esempio, al supporto informatico che si utilizzerà per l’esecuzione, alla grafica, all’utilizzo dei social network, etc.) sia per la peculiarità delle modalità di coinvolgimento del target di riferimento, dato che, oltre ai giovani del gruppo proponente, tutti i soggetti che parteciperanno all’iniziativa saranno allo stesso tempo attori e destinatari della stessa, attribuendo consapevolmente un effetto domino al passaggio delle “osservazioni”, innovando la maniera lucana di fare informazione per il sociale.

Valorizzare le idee, le energie e i talenti dei giovani come risorsa per lo sviluppo della regione. La presente idea progettuale è frutto delle idee e dell’impegno di un gruppo di giovani lucani che vuole essere punto di forza per lo sviluppo della Basilicata facilitando opportunità di coesione sociale per il miglioramento della regione.

Offrire opportunità di apprendimento, responsabilizzazione e attivazione diretta. Facendo perno sulle proprie competenze e sensibilità, i componenti del gruppo proponente avranno un’importante opportunità di apprendimento per migliorare le proprie capacità e abilità e, allo stesso tempo, proveranno a lanciare un messaggio di responsabilizzazione, attivazione diretta e partecipazione sociale a tutti i lucani allo scopo di vivere insieme le realtà e i problemi della regione.

OBIETTIVI:

L’obiettivo principale della presente idea progettuale è contribuire allo sviluppo della comunità di lucani attiva, consapevole delle problematiche sociali, politiche, culturali ed ambientali presenti sul territorio, e allo stesso tempo, essere campanello d’allarme per chi invece ancora non si sente del tutto coinvolto con le difficoltà e le reali e irrisolte sfide della regione.

Attraverso OL si vuole fornire uno strumento adeguato per agire e reagire: l’iniziativa punta a creare una comunità proattiva come prototipo verso la nuova rete civica.

Per realizzare il suddetto obiettivo, è stata scelta una piattaforma di aggregazione sociale capace di unire i cittadini lucani presenti sul territorio, quelli dislocati in altri luoghi del mondo, e i diversi soggetti o gruppi interessati ad analizzare i dati forniti in formato aperto, attribuendo alle loro distanze solo carattere meramente spaziale e non più di tempi o coinvolgimento.

In concreto, in termini quantitativi, OL mira a contribuire all’:

A) aumento del numero di utenti attivi attraverso la nascita di una comunità di “osservatori”;

B) incremento del numero di persone che attingono ad informazioni e discutono delle tematiche di loro interesse, verificando le notizie con il fact cheking;

mentre in termini qualitativi, si prefigge di:

C) stimolare il monitoraggio ed l’utilizzo degli OpenData in maniera capillare;

D) sensibilizzare le coscienze dei ragazzi in età scolare, di altri giovani, di adulti e anziani, singoli o facenti parte di categorie, indipendentemente dalla loro professione o funzione sociale, puntando a massimizzarne il senso civico, aumentando con formazione e informazione sia online che offline la responsabilizzazione di ogni cittadino nel tessuto sociale.

FASI DEL PROGETTO:

La proposta progettuale si articolerà nelle seguenti fasi:

FASE 1: PRELIMINARE

FASE 2: ATTUATIVA

FASE 3: VALUTATIVA

– Nella prima fase si procederà al coinvolgimento degli stakeholders e delle associazioni presenti sul territorio, sottolineando la necessità di un luogo di confronto e di dialogo che supporti e stimoli la liberazione dei dati e l’utilizzo analitico di quelli che saranno forniti dall’open government regionale e locale. Inoltre, si costruirà la piattaforma web, integrando quella esistente con le funzionalità descritte nel piano delle risorse (B.9).

– Nella seconda fase si lancerà la piattaforma con le nuove funzionalità e si procederà ad un beta test dei servizi offerti al cittadino e si punterà ad incrementare il numero di “osservatori” tramite strategie di comunicazione e incontri di formazione che saranno organizzati coinvolgendo scuole ed università. L’obiettivo sarà quello di offrire alla cittadinanza più giovane un’educazione civica 2.0, come da progetto allegato (allegato 1), e stimolare un processo emulativo utilizzando le best practices già messe in campo da alcune associazioni e singoli cittadini (es. monithon “polo museale della città di Potenza – recupero edificio comunale in largo d’Errico” e “Riqualificazione del Teatro del Borgo La Martella”).

– La fase valutativa sarà l’ultima, e servirà per un’autovalutazione, per fare un bilancio dei primi mesi di attività al fine di evidenziare gli eventuali punti di debolezza del progetto e pianificare nuove risorse per il loro miglioramento. Inoltre saranno analizzati i risultati realizzati attraverso le azioni svolte e, di conseguenza, ideate le buone pratiche da seguire e diffondere per incrementare ed implementare gli effetti raggiunti.

Ideazione, sviluppo e realizzazione di prodotti/servizi

Il progetto OL ruota intorno ad un portale web dinamico e interattivo, composto da:

– una sezione riservata all’informazione sul territorio, gestita da un blog su piattaforma opensource;

– un’area dedicata ai sondaggi, realizzati e proposti dai partecipanti al sito;

– statistiche dettagliate con carattere di utilità pubblica, create grazie ad un algoritmo avanzato di studio dei dati che correla gli inserimenti degli utenti.

La piattaforma vuole fungere da luogo d’incontro, dove in forma facile e veloce si ha la possibilità di lanciare idee, proporre spunti di riflessione, condividere e monitorare dati, etc., tutto realizzato con un approccio OpenData. Inoltre, il portale è ideato per esser fruibile attraverso tutti i dispositivi smart, come telefoni, tv, tablet oltre che ai classici computer, ed ha la piena interazione con i social network, sia per le normali funzionalità, sia per fare accessi condividere e reperire informazioni. Risorse necessarie alla realizzazione: Webmaster, Moderatore/ideatore.

Identificazione, sensibilizzazione e coinvolgimento dei target di riferimento

Ogni utente/visitatore che vuole accedere al portale utilizzandone i servizi dovrà procedere ad una registrazione compilando una scheda dove saranno richiesti alcuni dati personali ed il consenso al loro utilizzo per fini statistici.

Il motore del sito sarà gestito tramite l’invio di e-mail in modo da informare costantemente gli utenti, coinvolgendo periodicamente il pubblico nelle attività, al fine di renderlo protagonista e partecipe e dare spazio all’obiettivo dell’idea progettuale: offrire uno strumento che possa essere un’opportunità di responsabilizzazione e attivazione della cittadinanza in relazione alle vicende che accadono all’interno del proprio territorio. Per realizzare quando appena descritto ci si avvarrà di personale del gruppo proponente più in supporto degli stessi utenti (associazioni di cittadini, giovani studenti, cittadini attenti, associazioni culturali, comitati, etc.).

Presentazione, promozione

Ai fini della presentazione e promozione del progetto verranno realizzate collaborazioni (in parte già acquisiti) con realtà locali (profumo di svolta e arrotino magazine) e nazionali (monithon e fondazione Ahref), oltre che con le scuole ed università che si mostreranno interessate al piano di formazione di cui all’allegato 1. Next Matera potrebbe essere una vetrina eccezionale per OL.

Partecipazione attività formative

In coerenza con gli obiettivi dell’idea progettuale, i componenti del gruppo proponente parteciperanno ad incontri ed attività formative che avranno la finalità formative in relazione ai temi evidenziati nell’allegato 1. Nell’ambito di queste attività formative è prevista la realizzazione di alcuni video di e-learning che rimarranno disponibili sulla piattaforma, con l’obiettivo di rendere le attività di formazione fruibili online e disponibili nel lungo periodo.

INNOVATIVITA’ DELLA PROPOSTA:

Primo elemento innovativo dell’idea di progetto di OL è rispondere ad una esigenza che non ha ancora soluzione, e che è stata apertamente dichiarata dalla Regione Basilicata ed è relativa alla volontà di avviare una strategia volta a massimizzare l’importanza dei dati (resi OpenSource) e a renderli fruibili ai cittadini (in questo opera la task force Agenda Digitale).

Attualmente non esiste in Basilicata uno spazio digitale di confronto e partecipazione che consenta ai cittadini, alle varie associazioni, comitati, movimenti, etc. di “incontrarsi” e discutere su temi di interesse. Il punto di forza del presente progetto è proprio l’innovatività sociale che offre attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie. La realizzazione del portale, infatti, è connessa all’utilizzo degli open data. L’espressione indica dati pubblici in formato aperto, “libero” e accessibile a tutti i cittadini, facilmente riutilizzabili e scambiabili sul web, in open source, senza limitazioni di brevetti e/o copyright. Rendere fruibili e accessibili i dati introdotti nel sistema, mettendoli in evidenza, non sarà un’innovazione dell’elite destinata a pochi, ma al contrario, coinvolgerà tutta la collettività, poiché consente di ottenere informazioni, che, di fatto, sono già degli utenti, in maniera trasparente e diretta, rendendo i cittadini più informati e quindi più consapevoli.

Grazie ai data aperti, OL dà spazio al suo carattere innovativo contribuendo a migliorare il flusso informativo alla base dei processi decisionali sul sociale (come in un Decision Support System) mirando a rendere i soggetti pubblici e privati che se sono coinvolti più attivi e responsabili.

CONTRIBUTO ALLO SVILUPPO DEL TERRITORIO:

Attraverso l’attivazione di una rete informativa fra cittadini, il progetto contribuisce alla cooperazione sociale e a sollecitare consapevolezza nei cittadini, dando importanza a strumenti quali gli open data a disposizione dal web in un’ottica di vera e propria sussidiarietà orizzontale. Non vanno sottovalutate, inoltre, le potenzialità del progetto dal punto di vista economico, essendo ormai riconosciuti i vantaggi in questo senso portati dalla digitalizzazione, dall’open data e dall’open source. Il contributo più ambizioso sarà il miglioramento della qualità delle scelte, attraverso la partecipazione, la vigilanza operata dai diversi attori sociali ed il ricorso al crowdsourcing per la redazione di proposte e di confronti costruttivi.

DURABILITA’ E FATTIBILITA’ DEL PROGETTO:

Il progetto non ha un costo di sostenibilità elevato, le sue risorse di concretizzano maggiormente delle idee e della partecipazione dei cittadini, che di un impegno di risorse economiche. Evidentemente, per la buona riuscita e la durabilità nel tempo saranno necessari la figura di un “admin” e di un moderatore che assicureranno la discussione civile sui temi ed il mantenimento della piattaforma. Nei primi tre mesi di vita di OL, questo lavoro è stato svolto gratuitamente e le spese sono state esigue.

E’ volontà dei proponenti di stringere rapporti di partenariato che consentiranno non solo lo sviluppo del progetto in termine di partecipazione e utilità dell’idea commerciale, ma anche rispetto ad eventuali supporti economici che ne assicureranno l’effettiva sostenibilità. L’obiettivo è quello di continuare ad operare sul territorio, aggregare le energie positive presenti nello stesso e crescere come comunità. Al termine del progetto pilota saranno diffusi ed elaborati i risultati ottenuti in modo da renderli facilmente fruibili da parte dei soggetti potenzialmente interessati.

Il progetto è già attivo, e la sua continuità appare realizzabile senza eccessive difficoltà: il cuore della proposta, infatti, si basa sull’utilizzo di risorse web facilmente utilizzabili da parte di tutti quei cittadini (ormai la grande maggioranza della popolazione) che abbiano familiarità con gli strumenti della rete. Ulteriori elementi di supporto alla continuità di OL sono strumenti già previsti dal nostro ordinamento e volti a potenziare lo sviluppo della digitalizzazione e dell’open data nel settore pubblico e amministrativo (Bussola della trasparenza, Agenda digitale, E-government, ecc.)

Il gruppo proponente lavorerà impegnandosi per seguire l’ambiziosa mission preposta: fare di OL un cardine dal quale partano e si sviluppino tutte le azioni di open governement della Basilicata.

BREVE DESCRIZIONE GRUPPO PROPONENTE

Il gruppo proponente è già attivo sul web come blog, pur non essendosi ancora costituito sotto forma di associazione culturale, passaggio previsto in caso di approvazione della proposta progettuale.

L’attuale composizione del gruppo è eterogenea, composto prevalentemente da ragazzi/e provenienti dal Vulture, con esperienze fuori regione, in attesa di tornare per dare un contributo di crescita al territorio di appartenenza. L’evoluzione che si manifesta attraverso il passaggio da blog a piattaforma, nasce dalla riflessione che sia arrivato il momento di dare una maggiore efficacia all’idea e l’occasione fornita da Nuovi Fermenti ben si presta a queste finalità (evidenziate dal bando al punto 3). Le competenze dei componenti del gruppo, differenziate, sono complementari e propedeutiche per implementare il progetto che si propone. Intento comune è di contribuire al progetto da un lato attraverso l’analisi degli open data attraverso il fact checking, dall’altro di partecipare alle diverse attività volte alla promozione del servizio, quali incontri di presentazione e formazione.