Quando l’arte incontra il buon gusto: Palazzo Arte Cultura

Palazzo S. Gervasio ha deciso di “lasciare la sua firma personale”, a cura delll’Architetto Gennaro Ungolo, nonché Presidente, nasce l’associazione “Palazzo Arte Cultura”. L’Associazione “Palazzo Arte...

375 0
375 0

Palazzo S. Gervasio ha deciso di “lasciare la sua firma personale”, a cura delll’Architetto Gennaro Ungolo, nonché Presidente, nasce l’associazione “Palazzo Arte Cultura”.
L’Associazione “Palazzo Arte Cultura” intende promuovere attività culturali al fine di creare una fitta rete sociale tra associazioni ed enti: un iter tra generazioni e luoghi. In uno scenario sempre più grigio, dove si fa fatica ad affermare il proprio “Io”, l’arte sembra uno dei mezzi propedeutici e terapeutici per sgusciare fuori dalla realtà. La medesima associazione si prefigge come obiettivi quelli di ampliare le iniziative socio-culturali, promuovere luoghi di incontri, realizzare e portare avanti progetti .
Tra questi sbucano fuori “Nero su Bianco” ed “Ego Games”.
Le manifestazioni si svolgeranno nella sede dell’Associazione PALAZZO ARTE CULTURA a Palazzo San Gervasio nel Corso Manfredi, 132.fb_img_1482419093392

le date previste sono:

– dal 26 al 30 dicembre mostra fotografica “Ego Games” di  Loredana Pellico (inaugurazione il 26.12 alle ore 19:00)

– dal 02 al 06 gennaio mostra “Nero su Bianco” Di Tuàn & N.I.W. (Antonio Tufarulo & Cristian Pellico) (inaugurazione il 02.01 alle 19:00)
“Nero su Bianco” è un progetto transartistico nato dall’incontro di Tuàn con N.I.W. Il primo è l’autore delle opere mentre il secondo ha scritto a partire dalle creazioni in questione.
Tuàn ha una personalità molto complessa il cui operato è frutto delle sue relazioni interpersonali con il mondo esterno. Non gode di una preparazione tecnica, il suo operato è frutto di un lavoro molto introspettivo. Ottimo scrutatore della realtà, traduce con estrema sensibilità tutto ciò che lo circonda.
Osserva il mondo, che a sua volta si ferma, osservandoci. foto-1
Il vero nome di Tuàn è Antonio Tufarulo (26 anni, di Palazzo San Gervasio) che riprende a lavorare sulle sue opere dopo una perdita fatale che lo accompagnerà per il resto della sua vita. In questo viaggio avventuroso di Tuàn c’è un fedele compagno N.I.W. . Dietro questa “maschera” si cela una persona soggetta alla necessità del nome, dell’individuazione, del riconoscimento: Cristian Pellico (classe ’92, anch’egli palazzese).
N.I.W. ha una straordinaria capacità: quella di tradurre nero su bianco le opere di Tuàn.

Ego Games (tra realtà e finzione) è una serie fotografica portata avanti dall’artista Lorena Pellico (anch’ella nata a Palazzo San Gervasio). La serie fotografica è imperniata sulla ricerca, sperimentazione e manipolazione dell’identità personale – filtrata da un medium visivo ambiguamente realistico. In quanto tale, ciascuna immagine si focalizza su un momento sospeso fra la realtà e la finzione, dimensione in cui il gioco e l’immaginazione si traducono in una sfida irriverente al proprio Io.
foto-2
Gli altri appuntamenti organizzati dall’Associazione sono:
– il 27 dicembre alle 18:00 appuntamento GEM SESSION con giovanissimi talenti: Matteo Lombardi (tastiera), Marco Parisi (chitarra acustica), Francesca Giannizzari (chitarra acustica e voce);

– il 02.01 alle 19:00 Esibizione Jazz  del duo  Hair Everywhere – Mezzania in: “Oltre i confini della convenzione”;

– il 04.01 alle 19:00 Concerto di N.I.W. & Tuàn con letture tratte da “Nero su Bianco”.

“Sogno di dipingere e poi dipingo il mio sogno.”
(Vincent Van Gogh)

Buon viaggio a tutti i sognatori!

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code