Venosa riceve un regalo per Natale

  Natale 2013. La comunità venosina si è fatta un regalo. Sì, un bel presente per tutti quelli che da tempo lamentavano l’assenza di uno...

822 0
822 0

 

Natale 2013. La comunità venosina si è fatta un regalo.

Sì, un bel presente per tutti quelli che da tempo lamentavano l’assenza di uno spazio comune a Venosa, dove si potessero svolgere attività culturali di ogni genere.

Ed eccolo arrivato. Per molti è stata una sorpresa, per altri invece un’attesa, che si era annunciata già dai mesi scorsi, quando la Chiesa di San Domenico aveva aperto le sue porte a quattro associazioni che si sono interessate ad avviare i lavori di ristrutturazione e a stipulare una convenzione con la Curia.

Sabato 14 dicembre la Chiesa ha aperto le porte ai curiosi e ai sostenitori del progetto ospitando il concerto dell’Orchestra del Conservatorio di Matera.

Una prima di successo, grande partecipazione e grande entusiasmo per la serata. Si respirava un’atmosfera di soddisfazione.  Il Consorzio Recuperiamo San Domenico, questo il nome del gruppo delle quattro associazioni venosine che godono dell’appoggio del parroco pro tempore della Concattedrale, nasce dalla volontà di cittadini attivi nell’associazionismo (ci sono anche cittadini che non sono membri di alcuna associazione) che hanno voluto in tutti i modi la creazione di un “contenitore” culturale, luogo in cui si potessero esprimere le bellezze generate dal fare cultura. Cultura intesa a 360 gradi, perché nella Chiesa si potrà godere di spettacoli musicali, mostre di ogni genere, convegni etc.

E’ un passo importante quello avviato dal Consorzio, che forse non ha precedenti nella storia della comunità di Venosa e che rappresenta la forza di più soggetti, i quali hanno avuto il coraggio di associarsi, mettendo da parte le possibili rivalità e competizioni e  dando vita ad un lavoro di collaborazione e di crescita per l’intero paese.

L’utilizzo della struttura non sarà esclusivamente riservato alle associazioni che formano il Consorzio, ma è pienamente disponibile per tutte le altre associazioni o gli altri soggetti operanti sul territorio comunale.

Attualmente i lavori di ristrutturazione sono ancora incompleti e si spera che tutti coloro che hanno contribuito a titolo gratuito oppure donando un contributo economico continuino a farlo, affinché San Domenico diventi a tutti gli effetti uno spazio degno di ospitare il “culto delle arti”.

Di seguito il programma natalizio degli eventi:

– Sabato 21 ore 18 Tombolata organizzata dalla Cooperativa Il Filo d’Arianna

– Domenica 22 ore 20 concerto complesso bandistico G. Albergo

– Venerdì 27  ore 20 Corale Carlo Gesualdo

– Da Venerdì 3 a domenica 5 gennaio Mostra pittorica di Pasquale Covella presentata da Accademia dei Rinascenti;

– Lunedì 6 gennaio ore 20 serata Venosa

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code