Venosa: Waiting For Florence

Si è tenuta in data 23\07\2016 presso la sede del Comune di Venosa la conferenza stampa che ha preceduto l’inaugurazione delle opere selezionate per “Waiting for Florence...

1551 0
1551 0

Si è tenuta in data 23\07\2016 presso la sede del Comune di Venosa la conferenza stampa che ha preceduto l’inaugurazione delle opere selezionate per “Waiting for Florence Biennale 2017”. L’iniziativa è stata organizzata da Porta Coeli International Gallery di Venosa in partenariato con la Florence Biennale di Firenze. Il vero lavoro, come ha precisato Aniello Ertico, inizia ora. E’ stata denominata “Waiting for Florence” perché si configura come un lavoro work in progess nato con la partecipazione di alcuni lucani alla ventesima edizione della Biennale di Firenze avvenuta l’anno scorso. A presiedere la conferenza sono stati presenti Aniello Ertico- Direttore della galleria Porta Coeli, Rita Anna Lioy- Presidente del Consiglio comunale di Venosa e Franco Mollica- presidente del Consiglio della Regione Basilicata, più la giuria che individuerà i vincitori delle due categorie: Dott.ssa Melanie Zafferin , Prof. Carafelli, Dott.ssa Francesca De Tana. 13815277_10208054589536959_779008713_n
Il progetto si è dimostrato una fitta rete di scambio culturale: molti sono stati gli interventi, tutti intenti a restituire il giusto valore all’arte come esercizio di un pensiero, intesa come un iter di scambio tra diverse generazioni e nazionalità. L’opera d’arte non più vista come manufatto ma come restituzione di cifra artistica di un pensiero.
La galleria si occupa di Formazione con accreditamento presso la regione della Basilicata. Il modus operandi è stato scandito da una selezione ben solida e strutturata. I vincitori di ogni sezione saranno premiati con l’accesso diretto alla XI edizione di Florence Biennale. Grazie a questa opportunità verranno rese manifeste esperienze già mature, si darà la possibilità agli artisti di esprimere le proprie idee e di relazionarsi con altre realtà.
Come ha precisato il presidente del Consiglio Regionale- Franco Mollica, anche le istituzioni della Basilicata si stanno muovendo in tale direzione, nello specifico è stato approvato un nuovo Piano della Cultura di durata triennale che sostituisce la vecchia legge regionale n.22\1987. La Basilicata, come si è più volte ribadito, deve diventare un tassello di questo puzzle complesso dove non bisogna essere “solo fieramente lucani, ma abitanti della cultura”. 13820624_10208054590096973_579467404_n
Al termine della conferenza le autorità, gli ospiti e gli artisti si sono recati nelle due location ad hoc: Palazzo Rapolla che ospita la sezione della pittura e ilLoggiato cinquecentesto del Castello Pirro del Balzo che ospita la sezione della scultura. L’esposizione durerà dal 23 luglio fino al 6 agosto, termine ultimo della selezione che si terrà presso la sede della galleria Porta Coeli durante la quale avverrà la premiazione con la proclamazione del vincitore assoluto per ciascuna delle due sezioni: pittura e scultura, e per la consegna delle certificazioni di avvenuta selezione degli artisti partecipanti.

Ora non vi resta che lasciarvi ammaliare dalle opere esposte:
Si usa uno specchio di vetro per guardare il viso; e si usano le opere d’arte per guardare la propria anima.
(George Bernard Shaw)

photo credits: Angela Grieco fotografie

In this article

Join the Conversation

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code