• Vito Domicelli
  • gennaio 29, 2019
  • 0 Comments

Haiti

Haiti

Caraibi – Haiti

Quello che sappiamo oggi di Haiti lo dobbiamo a Cristoforo Colombo che il 5 dicembre del 1492 sbatté letteralmente contro alla grande isola, la seconda per grandezza dei Caraibi, incagliandosi con la sua Santa Maria, più o meno nel punto in cui oggi si trova Cape Haitien. Un depilant pubblicitario inneggia, “Haiti. Vivere la differenza”. Questo slogan non è molto lontano dalla verità perchè Haiti è davvero diversa dalle altre isole caraibiche che affollano il mare locale. Si può dire che Haiti sia una paese africano trapiantato al sole dei Caraibi, e non è un caso che l’isola sia diventata la prima repubblica nera del mondo. Qui l’Africa si trova ovunque, in ogni angolo e in ogni respiro. In questa terra dove ogni mille abitanti c’é un hungan, uno stregone, lo spirito ancestrale e la magia rituale riempie la vita di tutti i giorni. Graham Greene ha definito Haiti come «un gigantesco slum galleggiante»; infatti è uno dei paesi più popolati e poveri del mondo, dove l’energia elettrica non è ancora presente in tutto il territorio e dove la maggioranza delle strade sono piste polverose. Forse proprio per questo il paesaggio della repubblica nera è tra i più suggestivi dei Caraibi. Si dice che un ammiraglio inglese per descrivere come fosse il paese al re Giorgio III, accartocciò un foglio e lo mise sul tavolo davanti al sovrano. Così appare Haiti, una massa di montagne insidiose che danno rifugio ed ispirano i molti artisti locali; qui si trova la vetta più alta dei Caraibi, Pico Duarte, 3275 metri. La sua superficie di 27.700 chilometri quadrati corrisponde a circa un terzo dell’estensione dell’intera isola, occupata per la restante parte dalla Repubblica Domenicana, e si divide in tre zone nettamente distinte: il sud molto fertile e umido, verde e …

Lost your password?

User registration is disabled for now. Contact site administrator.